Vai a sottomenu e altri contenuti

Ufficio Finanziario, Economato e Tributi

Informazioni

Responsabile: Pietro Aresu - Risorse incaricate: Dott.ssa Laconi Danila

Indirizzo: Piazza Sant'Ignazio 1, (09053) Esterzili

Telefono: 078255323  

Email: ragioneria.esterzili@tiscali.it amministrativo@comune.esterzili.ca.it

PEC: amministrativo@pec.comune.esterzili.ca.it

Orario: Dal lunedì al venerdì: ore 11.30-13.30; Martedì: ore 15.00-17.00.

Il Servizio finanziario svolge tutte le funzioni e le attività di cui all'art.153 del T.U. EE.LL. approvato con D. Lgs.267/2000 ed ha il compito, in stretta collaborazione con i diversi Settori e Servizi comunali, del coordinamento e della gestione dell'attività finanziaria.
L'attività di programmazione e gestione delle risorse finanziarie viene svolta dal Servizio in attuazione degli artt.107 e 152 del citati T.U. e delle norme statutarie e regolamentari dell'Ente.

Programmazione e bilancio

Il responsabile del Servizio Finanziario verifica la veridicità delle previsioni di entrata e della compatibilità delle previsioni di spesa e predispone i documenti di bilancio, assicurando l'equilibrio nel breve e medio periodo.

Sulla base del bilancio di previsione, in diretta attuazione degli obiettivi di gestione gi individuati nella Relazione Previsionale e Programmatica predispone il Peg o Pro graduando le risorse e gli interventi del Bilancio di Previsione per Servizio della struttura organizzativa.

Come definire il bilancio di previsione? Esso è la programmazione delle spese che si intende sostenere nei limiti delle entrate previste poichè il bilancio di un Comune deve essere approvato in pareggio finanziario.

Cosa significa fare il bilancio? Significa calcolare tutte le entrate e tutte le uscite, un lavoro lungo e complesso che nasce negli uffici della Ragioneria, necessita della partecipazione di tutti i Responsabili dei servizi, del coordinamento da parte della Giunta, ed infine, dell'esame del Consiglio Comunale.

Per quanto riguarda la struttura, Il bilancio è composto da due parti: entrata e spesa. Le entrate sono articolate in 6 titoli che indicano la provenienza dei fondi.Le spese sono suddivise in 4 titoli che indicano i principali aggregati economici.

Come si gestisce il Bilancio? In Comune non può spendere senza la preventiva previsione in qualche intervento della spesa, inoltre l'Ente non può spendere più di quello che l'intervento specifico prevede. Questa struttura rigida porta in corso di gestione alla necessità di effettuare delle variazioni di bilancio, nello specifico composta la diminuzione delle spese previste in alcuni interventi per aumentarle in quello carente.

Le finalità di questo documento sono quelle di rendere conto della gestione e di fornire informazioni sulla situazione patrimoniale e finanziaria oltre che sullandamento economico e sui flussi finanziari di un ente locale.

Vengono quindi fornite informazioni sulle fonti e sugli impieghi in termini finanziari e di cassa, oltre che sui costi dei servizi erogati, misurando l'efficienza e l'efficacia dellazione amministrativa.

Controllo interno di gestione

Il servizio ha compiti di analisi e verifica dell'efficacia, efficienza e qualità dei servizi.

Il controllo di gestione è divenuto obbligatorio per tutti gli Enti locali con le disposizioni di cui agli artt. 196 e seguenti del T.U.E.L. approvato con D. Lgs. 267/2000.

L'attività del servizio finalizzata all'attivazione dei meccanismi per la verifica oggettiva dei risultati dell'azione amministrativa ed il raggiungimento degli obiettivi fissati negli atti di programmazione degli organi politici.

Questa funzione si rende inoltre necessaria per la verifica dei risultati delle attività svolte dai titolari di posizione organizzativa ai fini dell'attribuzione della retribuzione di risultato.
L'ufficio ha la competenza in materia di:

  • Formazione piano esecutivo di gestione;
  • Redazione bilancio di previsione;
  • Redazione conto consuntivo.
  • Contabilità iva;
  • Adempimenti di pagamento;
  • Caricamento fatture;
  • Controllo di gestione;
  • Coordinamento attività finanziaria;
  • Gestione amministrativa e tecnica dei beni immobili di propriet del Comune e loro valorizzazione, ottimizzazione e conservazione;
  • Gestione amministrativa delle locazioni e delle concessioni patrimoniali e/o demaniali;
  • Gestione condomini e rapporti con soggetti comproprietari;
  • Istruttoria, istanze di varia natura connesse a variazioni della consistenza patrimoniale e/o demaniale;
  • Stime beni immobili di propriet comunale;
  • Valutazione e determinazioni sulle indennità di espropriazione per pubblica utilità;
  • Gestione moduli sociali nei campi container e prefabbricati in legno.

Il servizio svolge il coordinamento delle attività di pianificazione triennale e di programmazione annuale indispensabili per la predisposizione e laggiornamento del bilancio di previsione annuale e pluriennale.
Durante l'esercizio effettua il continuo e costante monitoraggio delle risorse economiche e finanziarie per poter conseguire gli obiettivi definiti dai programmi e dai bilanci ed evitare il prodursi di squilibri, presupposto indispensabile per il controllo di regolarità contabile degli atti amministrativi nonch per lapposizione del visto di copertura finanziaria, previsto dal T.U.E.L., che li rende esecutivi.

Ufficio Tributi

L'Ufficio Tributi è preposto alla gestione di tributi e delle tasse comunali.

Aggiorna la banca dati delle dichiarazioni o comunicazioni di variazione e rendicontazione dei versamenti IMU.

Fornisce consulenza al contribuente informandolo sulle possibilità, consentite dalla normativa, di tutela nelle situazioni irregolari, con l'accertamento con adesione e con il ravvedimento operoso.

Realizza un progetto finalizzato alla conoscenza del territorio, alla verifica degli imponibili IMU, all'attività di accertamento sulle aree fabbricabili. Applica le tariffe TARI, assicurando la gestione delle nuove iscrizioni e cessazioni a ruolo e le attività di accertamento.

Le competenze principali riguardano in particolare:

  • la redazione dei regolamenti che hanno valenza in materia di fiscalità locale;
  • l'attività di ricerca, studio ed elaborazione di dati per la definizione delle aliquote e delle tariffe;
  • il controllo delle denunce e dei versamenti e forma gli atti di liquidazione ed accertamento del tributo;
  • la formazione dei ruoli ordinari e dei ruoli coattivi per la riscossione dei tributi locali;
  • dispone i rimborsi e provvede a discaricare le quote inesigibili e le quote non dovute;
  • gestisce il contenzioso aperto presso gli organi di giustizia tributaria;
  • predispone gli atti da sottoporre all'approvazione degli organi di governo e gestionali dell'Ente;
  • cura l'informazione al contribuente;
  • predispone la modulistica inerente l'attività di istituto;
  • riceve le denunce di variazione/cessazione;
  • collabora con altre amministrazioni pubbliche per l'accertamento di imposte erariali.

L'Ufficio si occupa della gestione dei tributi comunali e in particolare:

  • tassa rifiuti solidi urbani;
  • imposta comunale sugli immobili;
  • imposta sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni;
  • canone occupazione spazi ed aree pubbliche.

Per la trattazione di pratiche particolarmente complesse è possibile fissare un appuntamento con il Funzionario competente telefonando ai numeri sotto indicati.

ECONOMATO

Il Servizio di Economato (art. 153 c. 7 del TUEL) gestisce la cassa delle spese degli Uffici comunali di non rilevante ammontare. Il responsabile del servizio di Economato è l'Economo nella sua qualità di agente contabile di diritto.

Per l'effettuazione delle spese economali è prevista un'anticipazione di importo annuo complessivo determinato con l'atto di approvazione del Bilancio di previsione..
Il fondo di dotazione per le spese economali è stabilito da ciascuna Amministrazione in funzione dei compiti e delle incombenze assegnati all'Economo ed alla relativa cassa economale.
Il Servizio finanziario, all'inizio di ogni esercizio, emette il mandato di pagamento per l'importo assegnato alla cassa economale - azione che può anche essere frazionata in corso d'anno. Il fondo di anticipazione economale è reintegrabile durante l'esercizio previo rendiconto documentato delle spese effettuate, riscontrato per la regolarità dal Dirigente del Servizio Finanziario. L'Economo comunale procede al rimborso della spesa effettuata dai singoli Servizi/Settori che preventivamente ne abbiano fatto richiesta ed ottenuto il nulla osta a procedere.
L'Economo comunale, prima di effettuare ogni singolo rimborso di spesa, deve assicurarsi che lo stesso trovi capienza nella disponibilità risultante nel competente impegno di spesa.
I Giustificativi contabili ammessi a rimborso sono: scontrino fiscale, ricevuta fiscale, altra modalità semplificata di
certificazione specificatamente prevista.
Il Regolamento di Economato può prevedere anche l'importo massimo rimborsabile dall'Economo comunale per ogni singola spesa.

Nelle Amministrazioni comunali il Sindaco nel conferimento degli incarichi dirigenziali assegna anche le incombenze che ineriscono il Servizio di Economato.

L'Economo è personalmente responsabile dei valori ricevuti in custodia, delle somme riscosse o ricevute in anticipazione, sino a che non ne abbia ottenuto regolare discarico.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto